Da Vicenzapiù 

28 novembre

Dal sito del Comune di Vicenza

21 novembre

inot-209344.jpg

Dal sito del comune di Vicenza

18 ottobre

Da VicenzaPiù

10 ottobre

multipiano.gif

Da TVIWEB

28 settembre

Dal sito del comune di Vicenza

14 settembre

image.jpg

Dal Giornale di Vicenza

29 dicembre

Crepe in viale Risorgimento 
Giunti da rifare

Da una parte i disagi segnalati da automobilisti, motociclisti e ciclisti: crepe e avvallamenti che complicano non poco la marcia e rappresentano una minaccia per la sicurezza. Dall’altra il problema evidenziato da Rfi con una lettera sottoscritta a fine agosto, dopo che un treno improvvisamente si è bloccato a causa di un presunto cortocircuito. Il risultato è la delibera approvata dalla giunta nei giorni scorsi: 150 mila euro per la sostituzione dei giunti ammalorati di viale Risorgimento. 

Un’operazione delicata e complessa «che sarà svolta in parte in orario notturno», precisa l’assessore alle infrastrutture Claudio Cicero e che dovrà essere portata a termine nel più breve tempo possibile, come richiesto da Rete ferroviaria italiana. «Facendo seguito alla visita congiunta del 17 gennaio - si legge nella lettera inviata da Rf i- e alle problematiche riscontrate di infiltrazioni d’acqua provenienti dai giunti stradali di viale Risorgimento sulla sottostante sede ferroviaria, è necessario che codesto Comune provveda alla sostituzione di quelli non più idonei a garantire l’impermeabilizzazione dell’impalcato della galleria sottostante.

inot-215067.jpg

Da VicenzaPiù.com

28 dicembre

Rotatoria di Ponte Alto, Cicero: "in appena 6 mesi completato l'intervento di interramento dell'elettrodotto"

Sono terminati i lavori - annuncia in una nota il Comune - di interramento dell'elettrodotto in corrispondenza della rotatoria di Ponte Alto per una spesa di 47 mila euro, finanziati da AutostradaBrescia Verona Vicenza Padova S.p.A. Grazie all'intervento, eseguito da SAR – Divisione energia che ha utilizzato terne in cavo di gomma molto performanti, sarà possibile un potenziamento del tratto di linea elettrica (20 mila volt).

 

Nei prossimi giorni sarà posato un palo della luce a cura di Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova S.p.A. e saranno, quindi, eseguiti interventi di riasfaltatura e riqualificazione del verde per un importo di 150 mila euro.

“In appena 6 mesi di mandato abbiamo portato a casa quello che non è stato fatto in 10 anni, nonostante abbia sollecitato l'intervento più e più volte in qualità di consigliere di opposizione – ha precisato l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero – Ringrazio Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova S.p.A. per aver onorato l'impegno preso e SAR – Divisione energia per aver eseguito i lavori in tempi rapidissimi. Abbiamo già messo a bilancio l'importo necessario per la riasfaltatura di tutta la rotatoria con materiale drenante e più performante e per la riqualificazione del verde”.

109076_200.jpg

Da VicenzaPiù.com

15 dicembre

Il "saluto" di Cicero, il sindaco Rucco: "è ben lontano da quello romano e il fascismo non ci appartiene. L'assessore non scherzi più, ma stop a strumentalizzazioni e foto minacciose"

Il fascismo non ci appartiene, scrive con fermezza il sindaco Francesco Rucco nella nota che pubblichiamo. Se serve chiarirlo, lo faccio a gran voce e senza lasciare spazio ad equivoci. E altrettanto chiaramente dico che su questo tema non si scherza e non si fa goliardia.  La foto scattata è solo un fermo immagine di un saluto ben lontano da quello romano, come mette in evidenza il video. Ma lo stesso Claudio Cicero ci scherza sopra e questo non va assolutamente bene ed è ciò che gli rimprovero.  Quando si riveste una carica pubblica si hanno responsabilità che non vanno sottovalutate. 

Ed è doveroso mantenere uno stile istituzionale che troppo spesso Cicero dimentica. Così come dimentica di far parte di una squadra, con cui deve condividere e collaborare. E dove il culto della persona non può trovare spazio. 
È indubbio che l'assessore Cicero stia lavorando con grande impegno per la nostra Città e, dopo anni di inerzia, ce n'era davvero bisogno. Ma questo non basta se alla base non c'è il rispetto per l'istituzione e per i colleghi. Voglio credere che in 20 anni di attività amministrativa Cicero l'abbia capito e ne faccia tesoro per il futuro. 
Per finire, invito i consiglieri di minoranza a non cedere a strumentalizzazioni ed esasperazioni che non fanno bene a nessuno. Ma capisco che, non avendo altri argomenti, anche un fraintendimento possa diventare spunto di infinite polemiche e grandi dissertazioni sul bene e il male. A tal proposito, mi aspetto che prendano le distanze da chi, e non voglio neppure citarne il nome (il Bocciodromo, ndr), non ha perso occasione per dimostrare la propria ignoranza con una foto di pessimo gusto, quella sì frutto di un gesto voluto e che non lascia spazio ad equivoci.

109002_200.jpg

Da VicenzaPiù.com

14 dicembre

San Lazzaro, Cicero e Rucco lanciano il progetto definitivo per la riqualificazione: non c'è la pista ciclabile, salvati i parcheggi

"Non è un semplice intervento stradale, ma un'opera di riqualificazione del quartiere". Esordisce così il sindaco Francesco Rucco nel presentare il progetto definitivo, anche se è ancora aperto a modifiche per chiunque vorrà contattare l'assessore Claudio Cicero. Sindaco che lancia anche una frecciata ad alcuni componenti della sua maggioranza: "prima di parlare bisogna capire di cosa si tratta". 

 

 

Sono stati spostati i 600 mila euro che servivano per ultimare il progetto Front office in via Torino, tornato "a casa" per metà, per sistemare la zona che va dalla rotatoria di Ponte Alto passando per quella di via Fermi fino alla rotatoria di viale Crispi, dove si collega anche il progetto del nuovo supermercato. 

I principali interventi riguarderanno: illuminazione, alberature, 8-9 passaggi ciclopedonali (non rialzati, ovviamente), marciapiedi senza barriere architettoniche e cartelli pubblicitari più visibili. 

Non è prevista, invece, alcuna la pista ciclabile lungo viale San Lazzaro perchè "non ci sarebbe stato spazio per i posti auto - ha spiegato Cicero - però ci saranno 200 metri di nuova pista ciclabile che si collega al percorso di via Rossini" (nella foto Cicero con il nuovo progetto). 

 

Di seguito maggiori dettagli dal Comune. 

“Questa non è la semplice riqualificazione di una strada, ma il recupero di una parte di città abbandonata per troppi anni a se stessa. Questo intervento, che si integra con quelli già previsti nella zona a carico dei privati, punta a restituire qualità estetica e ordine alla porta ovest di Vicenza”. Il sindaco Francesco Rucco è ritornato oggi sul tema della riqualificazione e messa in sicurezza di viale San Lazzaro, il cui progetto definitivo è stato approvato dalla giunta comunale per un importo complessivo di 600 mila euro.

“Proprio per l'importanza di questo lavoro – ha aggiunto il sindaco – ho dato mandato all'assessore Cicero di incontrare tutti i cittadini che, sensibili all'argomento, vogliano vedere le carte e proporre eventuali migliorie che si potranno introdurre in sede di progetto esecutivo. ”. 

“Punti qualificanti del progetto – ha ricordato l'assessore Cicero illustrando nel dettaglio il progetto – saranno l'illuminazione centrale uniforme da Ponte Alto fino a viale Crispi, le alberature ornamentali, la bassa aiuola spartitraffico per impedire le inversioni a U, i nove passaggi pedonali, il grande slargo ovale che a metà asta consentirà di fare l'inversione di marcia in tutta sicurezza, vele centrali al posto degli antiestetici striscioni pubblicitari, l'abbattimento di tutte le barriere architettoniche, la riqualificazione e l'allargamento dei marciapiedi, la riorganizzazione delle fermate degli autobus, delle isole ecologiche e dei posti auto che comunque vengono confermati... E' attraverso l'insieme di tutti questi questi elementi che trasformeremo questa strada in vero viale d'accesso alla città”.  

109032_200.jpg

Da VicenzaPiù.com

13 dicembre

Centrobus gratis e biglietto All Inclusive, per le feste natalizie Rucco, Cicero e Dalla Costa promuovono i bus Svt

Da sabato 15 dicembre sarà ancora più conveniente arrivare in centro storico con un mezzo pubblico per lo shopping natalizio o anche solo per una passeggiata tra i mercatini allestiti in città. Su input dell’amministrazione, infatti, Svt ha messo in campo alcune promozioni che, incentivando l’utilizzo del trasporto pubblico, potranno anche contribuire ad abbattere la concentrazione dei valori di PM10.

 

Numerose le promozioni che saranno valide nelle giornate prefestive 15, 22, 24, 29, 31 dicembre e 5 gennaio e nelle giornate festive del 16, 23, 30 dicembre e 6 gennaio.
E. infine, ci sarà un vero e proprio regalo di Natale: nelle giornate del 23 e 24 dicembre il servizio Centrobus sarà completamente gratuito.

L'iniziativa è stata presentata questa mattina dal sindaco Francesco Rucco, dall'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero e da Maristella Dalla Costa di Svt.

“Abbiamo chiesto uno sforzo a Svt per consentire ai cittadini di arrivare facilmente in centro storico in occasione delle festività natalizie – ha dichiarato il sindaco Francesco Rucco –. Da qui la gratuità del servizio di centrobus il 23 e 24 dicembre e la formula del biglietto All Inclusive, attiva già questa domenica e a ridosso di Natale, Capodanno ed Epifania, per favorire tutti coloro che raggiungeranno il centro della città attraverso il trasporto urbano ed extraurbano. Abbiamo privilegiato la gratuità dei parcheggi di interscambio in modo da non paralizzare il traffico a ridosso dei parcheggi più centrali, già presi d'assalto durante le festività. In questo modo, intensificando anche le corse dei centrobus, favoriamo il parcheggio alle porte della città con possibilità, gratuitamente e in tempi celeri, di raggiungere il centro storico”.

“Ci auguriamo che la promozione di Svt, che risponde pienamente a richieste dell'amministrazione, e che si estende ai residenti di tutta la provincia, sensibilizzerà maggiormente sull'utilizzo dei parcheggi di interscambio – ha precisato l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero –. Con riferimento a questi ultimi, su mandato del sindaco, stiamo ipotizzando di far utilizzare ai tifosi il parcheggio Cricoli in occasione di partite di calcio con servizio di bus navetta, per il quale stiamo valutando la possibilità, in base allo studio dei costi che sosterrà l'azienda, di introdurre un prezzo agevolato”.

 

Biglietto All Inclusive

Nei giorni in cui vige la promozione natalizia (15, 16, 22, 23, 24, 29, 30, 31 dicembre, 5 e 6 gennaio e nelle giornate festive del 16, 23, 30 dicembre e 6 gennaio), tutti coloro che raggiungeranno la città di Vicenza con il servizio extraurbano con biglietto o abbonamento, potranno utilizzare per tutto il giorno il servizio urbano e suburbano: basterà presentare al conducente l’abbonamento e obliterare il biglietto di corsa extraurbana anche sul mezzo urbano. Inoltre, tutti coloro che raggiungeranno il centro di Vicenza utilizzando il mezzo pubblico urbano e suburbano, a seconda del titolo di cui sono in possesso, potranno viaggiare liberamente sui mezzi urbani e suburbani fino alle 14 se hanno obliterato il biglietto al mattino, e sino a fine servizio (20.30) se hanno obliterato il biglietto dopo le 14.

 

Centrobus

Nelle giornate del 23 e 24 dicembre il servizio Centrobus sarà completamente gratuito.

Nei giorni in cui vige la promozione natalizia (15, 16, 22, 23, 24, 29, 30, 31 dicembre, 5 e 6 gennaio e nelle giornate festive del 16, 23, 30 dicembre e 6 gennaio) il biglietto “cumulativo” (conducente più passeggeri fino a 5 persone al costo complessivo di 3,60 euro) viene trasformato nel titolo “solo conducente” (2,40 euro andata/ritorno), che si ritira alla colonnina all’ingresso. I passeggeri devono ovviamente viaggiare assieme al conducente detentore del titolo di viaggio. L'ultima corsa per rientrare ai parcheggi è alle 20.40.

Infine, per garantire un maggior servizio nelle giornate del 16, 23 e 30 dicembre saranno intensificate le corse pomeridiane delle linee 10 e 30. In particolare, dalle 15 alle 19, sulla linea 10 saranno programmate corse ogni 12 minuti e sulla linea 30 ogni 10 minuti.

109008_200.jpg

Da VicenzaPiù.com

12 dicembre

Nuovi alberi "anti-stress" lungo la strada verso Monte Berico: Cicero esaudisce la preghiera dei frati

Nuove piante lungo la strada che porta alla Basilica di Monte Berico - riporta una nota comunale - Il Comune ha infatti dato seguito alla richiesta del priore dei frati, che segnalava la mancanza di piante in alcune aiuole sul marciapiede. Nei giorni scorsi sono così state piantate 12 lagerstroemia indica, per dare ornamento e per valorizzare la strada. Questo albero va dunque in sostituzione dei prunus che erano ormai morti alcuni anni fa. I prunus del resto sono piante che soffrono del surriscaldamento che avviene lungo le strade e della carenza di terreno organico. 

Le nuove piante invece, di pari valore e fioritura, sono più resistenti agli stress del clima.

"Anche attraverso questo puntuale intervento – dichiara l’assessore alla infrastrutture Claudio Cicero -, l’amministrazione continua nella sua opera di rimboschimento, sostituzione e miglioramento del patrimonio arboreo della città".

celebron-matteo-tviweb.jpg

Da TviWeb

10 dicembre

bertesina.jpg

Da Vicenzapiù.com 

10 dicembre

108906_200.jpg

Da Vicenzapiù.com

06 dicembre

alberi.jpg

Da Vicenzapiù 

29 novembre

108778_200.jpg

Da Vicenzapiù 

29 novembre

DOSSO.jpg
safe_image (1).jpg

Dal sito del Comune di Vicenza

21 novembre

safe_image.jpg

Impianti sportivi, approvati lavori per 400 mila euro

Lavori per 400 mila euro finanziati con mutuo sono stati approvati dalla giunta comunale sul fronte degli impianti sportivi. Questa mattina gli assessori alle infrastrutture Claudio Cicero e alle attività sportive Matteo Celebron hanno fatto il punto sugli interventi.

“Avendo a cuore la sicurezza degli studenti e di chi frequenta le strutture nel tempo libero – ha annunciato l’assessore Cicero – con un investimento di 150 mila euro andremo a rifare i controsoffitti delle palestre della scuola Maffei e della scuola Barolini che presentano situazioni di precarietà. Alla Barolini, inoltre, sostituiremo i vecchi punti luce con una nuova illuminazione a led che ci consentirà di abbattere gli sprechi energetici”.

Via libera della giunta, inoltre, all’intervento del valore di 100 mila euro che riguarda lo stadio Menti: “In accordo con la società – ha ricordato l’assessore Celebron – interveniamo con opere di manutenzione straordinaria per rendere utilizzabile dai tifosi locali la porzione di stadio oggi destinata agli ospiti e di fatto sottoutilizzata. Ciò consentirà alla società di accogliere più pubblico locale a prezzi popolari, pur mantenendo la possibilità riaprire quella porzione di stadio agli ospiti in caso di partite con particolare affluenza di tifosi avversari”.

Infine, con una spesa complessiva di 150 mila euro, al palazzetto dello sport di via Goldoni sarà rifatto l’isolamento del manto di copertura, adeguata l’illuminazione di emergenza, ripristinato l’impianto di sollevamento delle acque reflue e realizzata una nuova rete per lo smaltimento delle acque meteoriche; al pattinodromo di viale Ferrarin saranno sistemate le uscite di sicurezza; al campo da calcio di via Zanecchin sarà posata una nuova recinzione; allo stadio di baseball di via Bellini sarà sostituita la caldaia.

La presentazione dei lavori è stata l’occasione per gli assessori per ribadire la posizione dell’amministrazione rispetto ai grandi impianti, auspicando che per quelli utilizzati da società professionistiche, a partire dallo stadio Menti, si possa nel corso del mandato studiare forme di gestione o cessione che sgravino dalle spese di manutenzione il Comune. “Solo in questo modo – è la conclusione dell’assessore Celebron – potremo occuparci come si deve delle altre 74 strutture cittadine dove si fanno attività sportive di base, a partire dalle palestre scolastiche di cui, in collaborazione con l’assessorato alla formazione, abbiamo già iniziato una dettagliata mappatura”.

Rucco e Cicero lanciano la piazza di Bertesina e il percorso pedonale (secondo al bilancio partecipativo 2018)

Questa mattina - informa una nota comunale del 10 dicembre - il sindaco Francesco Rucco e l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero hanno illustrato due progetti relativi al quartiere di Bertesina: il completamento dei lavori di realizzazione della piazza e la sistemazione della viabilità circostante, anche con l'intervento pedonale "ApiediperBertesinainsicurezza”, secondo classificato al bilancio partecipativo 2018.

Era presente anche il consigliere comunale Marco Lunardi delegato alle aree rurali e alle politiche giovanili.

“Presentiamo oggi due progetti definitivi relativi al quartiere di Bertesina per i quali stiamo accendendo mutui – ha spiegato il sindaco Francesco Rucco –. Approvati in giunta nei giorni scorsi, i progetti sono ereditati, in parte, dalla precedente amministrazione e rispondono prevalentemente a richieste dei residenti”.

 

Progetto piazza di Bertesina

Per quanto riguarda il progetto relativo alla piazza di Bertesina, si tratta di interventi che completano, per un importo di 100 mila euro, la progettazione di due stralci già approvati andando a prevedere la collocazione di una vasca di raccolta delle acque e di un pozzo di irrigazione.

“Da oltre 30 anni Bertesina aspetta una piazza – ha puntualizzato il sindaco Rucco –. Siamo in fase di progettazione avanzata. Andranno a gara, i primi mesi del 2019, l'intervento sull'area ceduta dalla famiglia Curti a favore del Comune. Nell'immediato si lavorerà sulla piazza/parco dove saranno collocate alberature importanti, un parco giochi, panchine, una sorta di anfiteatro in superficie con tre gradoni; sarà riqualificata, inoltre, l'area antistante alla Chiesa con lo spostamento della fermata dell'autobus tram. C'è, inoltre, la previsione di appaltare le opere in committenza congiunta con Aim e Viacqua, che colgono l'occasione per la riqualificazione dei sottoservizi, acquedotto, fognatura e gas”.

“Andiamo a concludere un intervento iniziato dalla precedente amministrazione con un'opera di natura idraulica che riguarderà la vasca di raccolta delle acque meteoriche con il gruppo pompe per poter irrigare la piazza – ha spiegato l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero –. I 100 mila euro completano il secondo stralcio delle opere, per concludere i primi due stralci già progettati, a fronte di un progetto complessivo di 700 mila euro”.

 

Progetto di sistemazione della viabilità e "ApiediperBertesinainsicurezza”

“Sempre andando incontro alle esigenze dei residenti abbiamo valutato la sistemazione della viabilità circostante al quartiere di Bertesina, con la realizzazione di tre interventi che vanno a collegarsi con quello della piazza, il più interessante dei quali riguarda la rotatoria tra strada di Ospedaletto e strada Bertesina dove sarà messo in sicurezza l'incrocio attualmente pericoloso in quanto ha poca visibilità – ha spiegato l'assessore Cicero –. Provvederemo, quindi, alla sistemazione dell'intersezione con strada di Quintarello con una mini rotatoria, e, infine, con la realizzazione di due percorsi ciclopedonali che affiancano via Quintarello fino al confine comunale con Quinto Vicentino. Resta fuori la parte verso nodo Bertesina”.

La spesa complessiva per i tre interventi è pari a 550 mila euro. L'intervento di messa in sicurezza del transito pedonale lungo strada di Bertesina in corrispondenza di villa Ghislanzoni, come previsto dal progetto classificato secondo al bilancio partecipativo 2018 ("ApiediperBertesinainsicurezza”, presentato dalla parrocchia di Bertesina) aveva un importo di 150 mila euro; il rimanente percorso sia ciclabile che pedonale, fino al confine con Quinto Vicentino, ha un importo di 400 mila euro.

“Anche questo è un segnale importante dell'attenzione che stiamo dando alle periferie della città – ha puntualizzato il sindaco –. Stiamo andando avanti con la progettazione delle piazza di Polegge e Maddalene e presto presenteremo ai residenti gli interventi in occasione di assemblee pubbliche. In futuro ci piacerebbe anche pensare al prolungamento della ciclabile di Ospedaletto, oggi interrotta in corripondenza del ponte. È un lavoro importante ma che è nei nostri progetti visto che attualmente la strada è difficilmente percorribile in bici”.

“A poco a poco stiamo dando risposta a quanto avevamo promesso in campagna elettorale – ha spiegato il consigliere comunale Marco Lunardi delegato alle aree rurali e alle politiche giovanili –. Tra gli obiettivi che ci eravamo prefissati, oltre alla piazza di Bertesina, c'erano la rotatoria all'incrocio di Ospedaletto, la messa in sicurezza della zona di Quintarello verso Quinto Vicentino, e, quindi, altri interventi minimali come lo spostamento della fermata del bus che sostava davanti alla villa o la rimozione dei cassonetti davanti alla Chiesa. Grazie agli interventi che l'amministrazione andrà a fare miglioreremo sicuramente la vivibilità del territorio”.

Le novità di Cicero: ztl elettronica antifurbetti, sbarramenti sicurezza coi fiori, nuovo semaforo per Monte Berico

La giunta ha approvato il progetto di implementazione di un sistema di radio-identificazione elettronica dei veicoli mediante tecnologia RFID (Radio Frequency Identify Determination) per il controllo sia in ingresso che in uscita degli accessi alla zona a traffico limitato. La spesa complessiva dell'intervento è pari a 200 mila euro, finanziati con mutuo. 

“Sappiamo quanti veicoli entrano nella zona a traffico limitato e quando, ma non quando e quanti escono, pertanto non possiamo verificare il tempo di permanenza effettivo all'interno della ztl – ha spiegato l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero -. Senza raddoppiare il numero di telecamere, intervento che avrebbe un costo elevato, abbiamo deciso di ricorrere alla tecnologia RFID, basata sulla radiofrequenza. Ogni permesso ztl avrà un microchip in entrata e uscita che permetterà ad antenne con frequenze radio installate ai 27 varchi della ztl di rilevare l'ingresso e l'uscita in base alla tipologia di permesso. Saranno, quindi, introdotti dei “crediti a scalare” in modo che se per 5 volte sarà accertato l'utilizzo non corretto del permesso, sarà applicata una sorta di sanzione che consistera nel ritiro dello stesso. Questo ci permetterà, inoltre, di concedere ulteriori permessi ztl per “piccole” esigenze (come ad esempio per i nonni che devono andare a prendere i nipoti all'uscita da scuole). È un sistema già in uso a Verona. Contiamo, inoltre, di implementare presto la concessione dei permessi ztl con procedura online”.

Il sistema di radio-identificazione elettronica dei veicoli mediante tecnologia RFID permetterà di verificare non solo l'autorizzazione all'accesso alla ztl, ma anche il tempo di permanenza all'interno della stessa, introducento una policy di gestione che limiti al tempo strettamente necessario la presenza dei veicoli.

In corrispondenza di tutti i varchi di ingresso (9) e di uscita dalla ztl (18) verranno installate apposite antenne di lettura RFID che elaboreranno e invieranno i dati di lettura al centro gestionale posto presso gli uffici del settore Mobilità e Trasporti e il Comando di Polizia Locale.

 

Barriere di difesa passiva

Con una spesa di 82.500 euro, finanziati con mutuo, i new jersey di calcestruzzo posti a difesa dei varchi principali alla città verranno sostituiti con fioriere, sempre con funzione di difesa passiva.

“Non abbiamo ancora rendering definitivi ma, d'intesa con la prefettura, i nuovi manufatti, risponderanno a due essenziali requisiti: essere antisfondamento ma anche belle esteticamente in quanto elemento di arredo urbano” ha spiegato l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero.

 

Semaforo all'incrocio tra viale X Giugno, viale del Risorgimento, viale Fusinato, viale D. Alighieri e contrada San Silvestro

La giunta ha approvato il progetto di adeguamento dell'impianto semaforico in corrispondenza dell'incrocio tra viale X Giugno, viale del Risorgimento, viale Fusinato, viale D. Alighieri e contrada San Silvestro per un importo complessivo di 50 mila euro.

“Abbiamo deciso di potenziare l'impianto semaforico in quanto inadeguato al volume di traffico presente, sostituendo le lampade con tecnologia a led – ha spiegato l'assessore Cicero –. Il nuovo semaforo sarà “attuato” ovvero provvisto di centralina e spire per adattarsi alle reali condizioni viabilistiche, in grado, pertanto, di rilevare, tramite sonde poste in corrispondenza del segnale di stop, la quantità di veicoli presenti e fludificare, così, in tempo reale il traffico”. 

Arrivano 228 nuovi alberi e oltre 25 mila metri quadrati di asfalto rifatti sulle strade cittadine

La riqualificazione del verde urbano e il rifacimento di alcune stradecittadine sono stati al centro dell'attività della giunta comunale di stamane - informa una nota comunale del 28 novembre - chiamata, su proposta dell'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero, a dare il via libera a progetti per un importo complessivo pari a 1 milione e 290 mila euro.

 

Per quanto riguarda il verde urbano, è stato approvato un interventi di riqualificazione del valore di 200 mila euro che comporta la messa a dimora di 228 nuove piante a fronte della sostituzione di 159 esemplari giunti al termine del proprio ciclo vitale.

“Con fondi che abbiamo raddoppiato rispetto al passato - ha commentato l'assessore Cicero – andiamo a mettere a dimora molti più alberi di quanti ne dobbiamo rimuovere, scegliendo peraltro essenze decisamente più adatte ai luoghi che andiamo a riqualificare”.

Nel dettaglio, al campo di atletica di via Rosmini al posto di 31 cipressi saranno piantati 13 pioppi, al campo di guida sicura e al campo da calcio di via Bellini nove carpini e 11 tigli rimpiazzeranno 17 pioppi, al campo da calcio di via Einaudi ben 41 cipressi sostituiranno 37 pioppi, al parco giochi di via Istria al posto di due pioppi saranno piantati quattro aceri, in via Battaglione Val Leogra 15 aceri andranno a sostituire 11 pioppi, lungo via Rossini 26 pini marittimi saranno sostituiti da altrettanti frassini, lungo viale Dal Verme 11 querce prenderanno il posto di 10 robinie. Infine, a villa Rota Barbieri 50 piante forestali di varie essenze andranno a sostituire 15 alberi rimossi, mentre 30 nuove piantumazioni compenseranno in vari altri angoli verdi della città la rimozione di 25 piante.

L'assessore Cicero ha inoltre annunciato di aver finanziato con 50 mila euro tre progetti relativi ad altrettanti parchi: al parco di Villa Guiccioli sarà posata una nuova pavimentazione adatta anche alle persone con difficoltà motorie; analoga attenzione sarà posta nel rifacimento del percorso pedonale lungo in viale Giorgione; infine in un'area verde in corso di individuazione sarà allestito uno spazio attrezzato con 5 stazioni dedicate all'attività motoria degli anziani.

 

Sul fronte della riqualificazione delle strade più ammalorate, la giunta comunale questa mattina ha dato il via libera al rifacimento di oltre 25 mila metri quadrati di asfalto, per un importo complessivo di 740 mila euro.

“Con interventi di varia entità – ha precisato l'assessore Cicero - che vanno dal rifacimento del tappeto d'usura fino alla messa in quota di chiusini e caditoie e alla ricostruzione del sottofondo, andremo ad operare lungo significativi tratti di strade cittadine che attendono da tempo di essere sistemati”.

Cantieri saranno aperti in contra' San Pietro, alla rotatoria di Ponte Alto, in strada della Commenda, strada di Casale e strada padana verso Padova.

Anche piazzale Bologna sarà riqualificato, con un intervento del valore di 50 mila euro che consentirà, tra l'altro, di inserire un'aiuola al posto delle attuali fiorire e di riorganizzare in modo più funzionale gli stalli per le persone con disabilità.

Ulteriori 150 mila euro saranno investiti nel secondo stralcio del progetto di riqualificazione e messa in sicurezza di strada Marosticana: sono previsti l'installazione dell'illuminazione fino al confine comunale e la realizzazione di un nuovo passaggio pedonale.

Infine, nell'ambito degli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche, 100 mila euro serviranno ad adeguare alcune fermate degli autobus in piazza San Giuseppe e lungo viale Milano, contra' San Biagio, via IV Novembre, viale Giuriolo e via Legione Gallieno.

Caditoie, Claudio Cicero: "un progetto da 100 mila euro per la manutenzione straordinaria"

Caditoie, pozzetti e tubazioni - inizia così la nota comunale -  sono gli elementi che costituiscono la rete delle acque bianche del territorio comunale, che va manutenuta costantemente. Di qui la delibera del valore di 100 mila euro approvata ieri dalla giunta riguardante il progetto definitivo per la manutenzione straordinaria delle caditoie della rete di smaltimento delle acque meteoriche che presentano anomalie segnalate da voragini e avvallamenti, ostruzioni delle tubazioni di scarico o da instabilità dell’elemento in ghisa che raccoglie l’acqua.

 

In tutto 52 i punti che necessitano di intervento, compresi quelli in cui è necessaria l’introduzione di nuove caditoie.

Il progetto contempla anche la sostituzione delle parti completamente ostruite per il cedimento improvviso di tratti stradali o per la rottura delle stesse tubazioni, ormai vetuste; ma anche la sistemazione della pavimentazione stradale circostante le aree interessate, la sistemazione di tratti di cunette stradali in calcestruzzo utili a convogliare le acque nei punti di raccolta, nonchè la sostituzione di griglie danneggiate in corsi d’acqua e rogge, per evitare che ramaglie o altro possano entrare nelle conduttore ed ostruire così il deflusso dell’acqua.

“Le caditoie svolgono una funzione importatissima – spiega l’assessore alle infrastrutture Claudio Cicero -. Per questo vogliamo arrivare alle gare di assegnazione della loro gestione conoscendo il numero esatto e a chi compete cosa. Per questo stiamo lavorando ad un progetto per la georeferenziazione di tutte le caditoie”.

Via il dosso in Corso San Felice, Claudio Cicero: "il prossimo in viale D'Alviano"

Giovedì 29 novembre sarà rimosso l'attraversamento pedonale rialzato presente in corso Santi Felice e Fortunato, in corrispondenza dell'incrocio con via dei Mille. L'intervento sarà a cura della ditta Microscavi di Costabissara. In serata, a partire dalle 21 circa, fino alle prime ore del mattino di venerdì 30, sarà fresata la pavimentazione stradale per una superficie di 200 metri quadrati, con messa in sicurezza degli avvallamenti a monte e a valle dell'attraversamento, e sarà stesa la nuova pavimentazione. Durante l'intervento la carreggiata subirà un restringimento e l'attraversamento pedonale non sarà utilizzabile.

 

La settimana successiva sarà tracciato il nuovo attraversamento con materiale plastico colato con miscela retroriflettente antiscivolo. Con l'occasione lungo corso Santi Felice e Fortunato saranno eseguiti anche, per conto di Viacqua, alcuni interventi di ripristino del manto stradale.

“Proseguono gli interventi di rimozione dei dossi in varie zone della città, realizzati a suo tempo affinché le auto moderassero la velocità, ma allo stesso tempo d'intralcio per i mezzi di soccorso,come da ripetute segnalazioni di enti e cittadini – ha spiegato l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero –. Abbiamo recuperato i finanziamenti necessari. Il prossimo ad essere rimosso sarà quello diviale D'Alviano”.

Approvati progetti per 500 mila euro, dai parchi gioco alla rotatoria di strada Carpaneda

Via libera anche al restauro del Torresino di Porta Padova e della fontana di contra' Garibaldi

Progetti per oltre 500 mila euro sono stati approvati questa mattina dalla giunta comunale su proposta dell'assessore Claudio Cicero.


Riqualificazione parchi gioco e giardini scolastici

Per un importo complessivo di 200 mila euro, cioè per una cifra doppia rispetto a quanto era stato stanziato annualmente in passato, saranno riqualificati 15 parchi gioco e 6 giardini scolastici particolarmente degradati.

“Dopo la ricognizione fatta nei mesi estivi dagli assessori Matteo Tosetto nei parchi e Cristina Tolio nei giardini scolastici – ha annunciato oggi Claudio Cicero insieme agli assessori con delega al decentramento e alla formazione – abbiamo stilato una prima lista di aree verdi dove è più urgente intervenire. Andremo a demolire e sostituire giostre, panchine, elementi di arredo urbano ormai inutilizzabili e a riqualificare numerosi servizi igienici. I lavori potranno partire nei primi mesi dell'anno prossimo. Con il nuovo bilancio avremo altri fondi per proseguire in questa che per noi è una priorità”.

Acceso il mutuo ed effettuate le gare, le prime aree verdi ad essere interessate dagli interventi di riqualificazione saranno i parchi gioco di via Bassano, Cadamosto, Fiume, Gagliardotti, Giuriato, Granezza, Ippodromo, Ischia, Mainardi, Parco Città, Rossini, Ruspoli, Santa Bertilla, Setteca' e Toti. Si lavorerà inoltre alla riqualificazione dei giardini delle scuole dell'infanzia Fogazzaro, Peronato, Rossini, Tretti e Trevisan e della primaria Rodari.


Restauro del Torresino Scaligero di Porta Padova

Via libera per un importo di 150 mila euro è stato dato stamattina anche al progetto di restauro e consolidamento statico del Torresino Scaligero di Porta Padova che versa da tempo in pessime condizioni all'interno del cortile della scuola Zanella.

“Già da qualche anno – ha ricordato l'assessore Cicero – i genitori di alcuni bambini della scuola, professionisti, di concerto con la dirigenza scolastica e gli insegnanti, avevano elaborato a titolo gratuito un progetto di restauro della struttura, non solo per metterla in sicurezza, ma anche perché la scuola potesse utilizzarla a fini didattici. Abbiamo rimesso in moto l'iter con l'obiettivo di realizzare i lavori nel 2019”.


Rotatoria di strada Carpaneda

Sempre oggi è stato approvato il progetto della rotatoria tra strada Carpaneda e via Piazzon, al confine con Creazzo. L'intervento nasce da un protocollo d'intesa con la Provincia di Vicenza e il Comune di Creazzo, per un costo totale di 270 mila euro, a cui Vicenza contribuirà con 67.500 euro. “In questo modo – ha spiegato Cicero – metteremo in sicurezza in modo definitivo un incrocio pericoloso e appronteremo il ramo di accesso alla pista ciclabile a monte e a valle”.


Fontana dei bambini in contra' Garibaldi

La giunta ha infine approvato il progetto di risanamento della fontana di contra' Garibaldi, con la scultura dei bambini di Nereo Quagliato. La fontana è stata svuotata da tempo per problemi di infiltrazioni. Con una spesa di 100 mila euro sarà risanata e impermeabilizzata. Poi la vasca potrà essere nuovamente riempita. “Alla famiglia Mezzalira – ha annunciato a tal proposito l'assessore Cicero – che si era offerta di contribuire al restauro anche perché uno dei bambini della fontana raffigura proprio uno dei figli, chiederemo di sponsorizzarne la manutenzione”.

L'assessore Cicero mette a dimora 2 piante alla Festa dell'Albero alla scuola Da Feltre

In collaborazione con Legambiente e Arciragazzi che hanno organizzato giochi e laboratori

Ritorna la Festa dell’Albero, Giornata nazionale di Legambiente per celebrare l'importanza delle piante, mai così significativa come quest'anno, a poche settimane dalla strage di boschi compiuta dal maltempo.

L'iniziativa che si ripete ogni anno anche a Vicenza, oggi ha trovato casa alla scuola primaria Vittorino Da Feltre dove per tutta la mattinata i volontari di Legambiente e di Arciragazzi hanno proposto agli alunni giochi e laboratori sull'importanza degli alberi in un mondo sempre più soggetto agli effetti dei cambiamenti climatici.

Alla manifestazione ha partecipato, in rappresentanza del Comune di Vicenza, l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero, che ha avuto il compito di piantare nel giardino della scuola due alberi delle lanterne cinesi (Koelreuteria paniculata), così chiamati per la forma dei frutti marroni, simili a piccole lanterne dalla consistenza cartacea.

La Festa dell'Albero oggi è stata celebrata anche al bosco periurbano di Carpaneda, dove il circolo di Legambiente di Creazzo ha organizzato una passeggiata ecologica per cinque classi delle scuole primarie di quel Comune con la guida di esperti forestali della Regione Veneto.

image.jpg

Dal Giornale di Vicenza

14 novembre

No di Cicero all'autovelox 
«È immorale»

«Il sindaco parli a Renzi e non attraverso gli autovelox». Era il dicembre 2015. Il sindaco di allora era Achille Variati. E quel Renzi, Matteo, era il presidente del Consiglio. L’autore della frase, invece, è Claudio Cicero, a quel tempo consigliere di opposizione e oggi assessore alle infrastrutture.

 

Sono trascorsi tre anni. Ma il pensiero del "signore degli anelli", coerentemente, non cambia, anche se il primo cittadino non è più Variati, ma Francesco Rucco (con Cicero che fa parte della squadra di governo) e il premier non è più Renzi, ma Giuseppe Conte.

 

«Leggo che nel bilancio di previsione c’è l’intenzione di installare un autovelox in viale del Sole - commenta Cicero - ma dico subito che non sono per niente d’accordo. La mia filosofia è educare e non multare».

Parole pacate, lucide e, appunto, coerenti che, però, rischiano di scatenare la bufera all’interno della giunta. «L’incasso delle multe non può essere messo in preventivo: è moralmente discutibile. L’ho sempre detto e non smentisco me stesso. È come il gioco delle tre carte: approfitto, e spero, che gli automobilisti infrangano la legge per alimentare le mie casse e finanziare i lavori. Mi dispiace ma è scandaloso: e su questo sono categorico. Prima di tutto bisogna educare, non multare. Se poi non ci sono i soldi, allora non si fanno le opere». Ecco perché non si dice d'accordo con l'autovelox  «perché significa andare strategicamente a fare cassa». 

108369_200.jpg

Progetto Solez per la valorizzazione di “Veloce” e mobilità sostenibile.

Cicero: "analisi degli spostamenti casa-lavoro"

Da VicenzaPiù

09 novembre

108273_200.jpg

Da VicenzaPiù

05 novembre

image.jpg

Dal Giornale di Vicenza

01 novembre

Il Comune di Vicenza - informa una nota - capofila del progetto Europeo SOLEZ cofinanziato da Interreg Central Europe, da più di due anni lavora insieme ad un partenariato di 8 aree urbane funzionali dell’Europa centrale e due partner tecnici per migliorare le strategie di programmazione delle politiche di mobilità sostenibile sviluppando servizi intelligenti che rispettino il concetto di Low Emission Zone (zona a bassa emissione di carbonio) nelle aree urbane.

 

Tra le varie attività previste dal progetto nell'arco dei tre anni di implementazione, Vicenza mira anche a sviluppare servizi aggiuntivi per la valorizzazione di “Veloce”, il servizio che  consegna le merci, con mezzi esclusivamente elettrici, all’interno della zona ZTL di Vicenza. Unica nel suo genere in Italia, la realtà di Veloce è studiata e considerata all’estero tra i migliori esempi di best practice nel settore dei servizi per la logistica dell'ultimo miglio.

Nello specifico, il servizio innovativo che si vuole sviluppare grazie al contributo del progetto SOLEZ, ha lo scopo di diventare un "carrello virtuale" per gli acquisti in centro storico, che mentre incentiva l'utilizzo dei parcheggi scambiatori con il bus navetta, promuove un comportamento virtuoso degli utenti del centro storico e riduce le emissioni di gas fossili in prossimità dello stesso. 

Il servizio che si intende valutare, prevede che l'utente che arriva dalle zone periferiche o dai comuni contermini, lasci la vettura nel parcheggio scambiatore e raggiunga il centro con il bus navetta. Gli acquisti effettuati nei negozi convenzionati con il servizio, verranno recapitati all'utente da Veloce direttamente al parcheggio in fasce orarie prestabilite.

Per la raccolta dei dati necessaria alla progettazione del servizio, e con lo scopo di valutarne la fattibilità e sostenibilità economica, il Comune di Vicenza ha predisposto un questionario che verrà inviato, nel mese di novembre, a tutti i dipendenti del Comune, e delle principali aziende partecipate e/o pubbliche situate nel centro storico, identificati come potenziali utenti del servizio. I dati raccolti, assolutamente anonimi, saranno anche utili al settore mobilità e trasporti per valutare l'utilizzo dei parcheggi di interscambio.

"Questa indagine – afferma l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero – consentirà un importante monitoraggio della mobilità cittadina, fornendo informazioni utili per una migliore analisi degli spostamenti casa-lavoro. Auspico che la partecipazione al questionario sia la più ampia possibile. Solo così si potrà disporre di un campione significativo ai fini della rilevazione".

Piano Alberi da 100 mila euro a Vicenza.

Cicero: "Piante ammalorate e pericolose".

Il dettaglio degli interventi

Prenderà il via domani, martedì 6 novembre - informa una nota comunale - condizioni meteo permettendo, in alcune zone della città il piano di interventi di riqualificazione arborea per una spesa complessiva di 100 mila euro. I lavori – che si prolungheranno fino a febbraio – sono affidati in ATI ad Aim Amcps e alla ditta Spigolon Andrea di Megliadino San Fidenzio (Pd). 

 

“Con questi lavori avviamo un importante stagione di rinnovo del patrimonio arboreo cittadino – dichiara l'assessore alle Infrastrutture Claudio Cicero – a partire dalla sostituzione delle piante ammalorate e più pericolose. 

 

Gli eventi meteorologici estremi di questi giorni ci hanno dimostrato ancora una volta come sia necessaria una costante manutenzione delle alberature anche in ambito urbano. Gli alberi, specie se ad alto fusto, presentano un ciclo di vita di cui bisogna tener conto; le sostituzioni mirate, in programma nei prossimi giorni, ci consentono di garantire sicurezza ma anche il mantenimento di un importante patrimonio ambientale. Il progetto prevede, inoltre, l'inserimento di cortine arboree con funzione di riqualificazione, abbellimento di ambiti urbani e mitigazione delle bolle di calore. L'attenzione per il verde pubblico, sia per gli aspetti ambientali che di sicurezza urbana, sarà una cifra caratterizzante dell'operare di questo assessorato”.

Nel dettaglio, in campo de Nane, 6 alberi a fine ciclo vitale (Sophora Japonica) verranno sostituiti con altri 9 bagolari e meli da fiore (Celtis Australis e Malus Floribunda) e verrà collocata una nuova siepe perimetrale.

In viale Dieci Martiri, il filare di pioppi e robinie, a rischio caduta e giunti a fine ciclo, sarà sostituito con 20 olmi.

Sarà completata la riqualificazione del piazzale della stazione con l'inserimento di 12 querce verso la ferrovia e 5 Crataegus nell'aiuola a lato della strada.

Saranno messi a dimora nuovi alberi alla fine di corso Padova, dove verrà piantato un filare di latifoglie, e in piazzale Bologna, dove verranno collocati 10 Ligustrum variegato ad alberello e 4 peri da fiore (Pyrus Calleryana), dopo l'incrocio con via Quadri e prima del sottopasso San Pio X.

Saranno eseguiti, infine, alcuni lavori di valorizzazione e fruibilità dell'impianto del bosco di pianura in zona Carpaneda con interventi di diradamento selettivo delle piante infestanti, miglioramento selvicolturale, opere per la fruibilità dell'ingresso al sito e posa di cartelli informativi.

Sosta selvaggia all'ospedale arrivano le sbarre

Due sbarre e tre obiettivi. Agevolare il pagamento da parte degli automobilisti, porre fine agli abusivi e mettere nel mirino anche gli accattoni. È il primo tassello della rivoluzione annunciata all’ospedale San Bortolo. Da qualche giorno Aim, su indicazione del Comune, ha avviato i lavori per la chiusura del parcheggio situato all’angolo tra via Bedeschi e via Fratelli Bandiera. Un intervento annunciato a metà luglio «e che porterà a mettere definitivamente ordine nell'area di sosta», afferma l’assessore alle infrastrutture Claudio Cicero che si dice pronto a intervenire anche sul fronte di via Rodolfi; accordi con l’Ulss, permettendo. 

Tav: incontro positivo a Roma con

l’ad di Rfi Gentile

107858_200.jpg

Da VicenzaPiù

17 ottobre

vill sole.jpg

Dal Giornale di Vicenza

12 ottobre

inot-208392.jpg

Dal sito del Comune di vicenza

10 ottobre

107711_200.jpg

“Incontro conoscitivo positivo”: è questo il primo commento del sindaco Francesco Rucco e dell’assessore alle infrastrutture Claudio Cicero al termine dell’incontro avuto questa mattina a Roma con l’amministratore delegato di Rfi Maurizio Gentile sul tema dell’Alta Velocità.

“Abbiamo condiviso la necessità di realizzare l’opera ferroviaria - spiega Rucco - per gli indubbi benefici che porterà all’economia del nostro territorio e per non essere emarginati da un sistema che rappresenta il futuro del trasporto. Abbiamo quindi chiesto di riprendere i lavori con il tavolo tecnico e di aprirlo anche alle categorie economiche, visto l’interesse e l’impatto che avrà l’Alta Velocità sul tessuto produttivo. Naturalmente mantenendo un costante confronto con i cittadini”.

In novembre sarà pronta l’analisi commissionata dal ministro delle infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli per valutare costi e benefici dell’opera, pertanto si dovrà attendere fino a quel momento per l’avvio del tavolo.

“Ci aspettiamo di poter valutare un progetto che riguardi tutto il territorio vicentino - commenta Cicero - visto che attualmente non esiste alcuna ipotesi concreta relativa a Vicenza est. Un’area che presenta criticità, certamente, ma che siamo pronti ad affrontare al tavolo di lavoro. Una seria analisi del progetto, però, non può prescindere dalla sua interezza”.

Ex Centrale del Latte, Cicero rassicura Balbi (e il Pd): "ci vorrebbe un po' di pudore"

"Stia tranquilla la consigliera Balbi e, soprattutto, stiano tranquilli i vicentini: l'avvio del cantiere presso l'ex Centrale del Latte di via Medici è imminente.

 

L'assessore alle Infrastrutture Claudio Cicerointerviene - in una nota stampa - sul paventato ritardo del cantiere, evidenziato in questi giorni dalla consigliera comunale Cristina Balbi (in realtà è una interrogazione comunale di tutti i consiglieri del Partito Democratico ndr). 

"Per prima cosa credo che ci vorrebbe un po' di pudore: dichiarare che il cantiere avrebbe dovuto avviarsi a giugno e attribuire poi le colpe ad un'amministrazione eletta il 10 di quello stesso mese dimostra quanto la polemica politica offuschi anche le menti migliori. Nel merito, però, voglio rassicurare tutti: il primo step del cantiere, con le bonifiche belliche, è in fase di avvio. Vi è qualche ritardo, dovuto anche alla necessità, da parte nostra, di prendere in mano tutta la complessa gestione dei lavori pubblici lasciata proprio dall'ex assessore Balbi. La ditta che effettuerà la bonifica bellica, assai delicata dato il contesto, è già stata individuata e incaricata, e il contratto è firmato. Sono già avvenute inoltre alcune piccole demolizioni all'interno dell'area, necessarie proprio ad operare la bonifica e sono in corso in questi giorni le richieste della ditta per ordinanze e deroghe rumore. Il cronoprogramma non subirà variazioni".

Viale del Sole Entro un anno nuova rotatoria.

Rivoluzione in vista in viale del Sole, sulla scia del nuovo supermercato che sorgerà all'angolo con via Brigata Granatieri di Sardegna in quello che un tempo era il campo da calcio parrocchiale del Villaggio del Sole. Comune e privati hanno infatti sottoscritto una convenzione che porterà alla realizzazione di una nuova rotatoria e di un parcheggio a uso pubblico, oltre alla messa a norma del sottopasso pedonale. Costo delle opere: 724mila euro, totalmente a carico dei privati.

 

I dettagli dell'intervento, il cui iter è previsto dalla normativa sul “Piano Casa”, sono stati illustrati questa mattina dagli assessori al territorio Lucio Zoppello e alle infrastrutture Claudio Cicero. Come detto l'area in questione è quella dell'ex campo da calcio che la parrocchia di San Carlo cederà alla catena internazionale Aldi, pronta a realizzare un supermercato con superficie commerciale pari a 2.000 metri quadrati e superficie di vendita pari a di 1.290 metri quadrati.

 

«Ereditata questa pratica edilizia dalla precedente amministrazione – ha ricordato oggi l'assessore Zoppello ricostruendo la vicenda – con gli uffici abbiamo analizzato nel dettaglio la correttezza dell'iter tecnico amministrativo della stessa e approfonditamente l'effettivo beneficio pubblico, ottenendo dai privati la disponibilità a modificare le opere di perequazione a loro carico, con maggiori vantaggi per la comunità».

 

Ha aggiunto l'assessore Cicero: «Oltre alla rotatoria che andrà a sostituirsi al pericoloso incrocio tra viale del Sole e via Brigata Granatieri di Sardegna e ai circa 70 posti auto di cui sarà dotato il nuovo piazzale del supermercato, abbiamo chiesto ai privati di ristrutturare e mettere completamente a norma il sottopasso esistente, anziché prevedere - come da precedenti accordi - un nuovo semaforo pedonale. Chi aveva realizzato il Villaggio del Sole sessantanni fa aveva con lungimiranza previsto il collegamento pedonale sotterraneo verso il centro città. Sarebbe stato assurdo non approfittare di questa occasione per rimetterlo a nuovo, con rampe per carrozzine, illuminazione e video sorveglianza».

 

Il valore di tali opere di urbanizzazione primaria, che i privati dovranno realizzare a loro carico prima dell'apertura del supermercato, è stato calcolato in 724 mila euro. Non trattandosi di un accordo urbanistico, il consiglio comunale dovrà esprimersi a breve unicamente sullo scomputo degli oneri, pari a 80 mila euro, richiesto dai proponenti. Poi i lavori, previo ritiro del titolo abilitativo e la corresponsione degli oneri di urbanizzazione secondaria e del costo di costruzione, potranno immediatamente partire. Durata prevista: circa un anno.

Parchi gioco, 400 mila euro per la custodia e pulizia: più del doppio rispetto al passato

Al via anche un programma di manutenzioni e il divieto di fumare e consumare alcol

“Mettiamo a disposizione 400 mila euro all'anno, ovvero più del doppio del passato, nelle attività di apertura, pulizia e sorveglianza dei parchi gioco. A ciò aggiungeremo una serie di altre iniziative volte a risolvere situazioni di grave degrado, reale e percepito. E' uno sforzo davvero importante per le casse comunali, ma è quanto va fatto a fronte di ciò che abbiamo potuto appurare in tre settimane di sopralluoghi nei parchi gioco e aree verdi della città”.

L'annuncio è del sindaco Francesco Rucco che oggi, assieme alla giunta, ha dato il via libera alle proposte di intervento con cui si conclude la dettagliata relazione presentata, al termine dei sopralluoghi, dal vicesindaco con delega al decentramento amministrativo Matteo Tosetto, che ha dichiarato: “Dopo aver visitato 29 dei più di 60 parchi gioco e aree verdi cittadini, aver incontrato centinaia di utenti preoccupati per le frequentazioni di molti di questi luoghi, verificato con i nostri occhi le gravi carenze degli arredi urbani, delle giostre e dei servizi igienici, abbiamo voluto cambiare decisamente rotta, a partire dalla previsione di molte più ore e maggior qualità nel servizio di sorveglianza. Ma non ci siamo fermati qui. Abbiamo infatti deciso di introdurre il divieto di fumo e di ribadire il divieto di consumo di alcolici, avviare l'individuazione di nuove aree di sgambettamento cani ove possibile vicine ai parchi dove la convivenza tra animali e bambini diventa problematica, programmare con il settore lavori pubblici interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sulla base della dettagliata lista di necessità individuate insieme ai cittadini, avviare progetti di cittadinanza attiva con la collaborazione di associazioni di volontariato del quartiere e singoli cittadini volonterosi per iniziative di piccola manutenzione e progetti di animazione”.

“Ci piacerebbe inoltre – ha concluso a consigliera comunale Loredana Zezza Bocchese, presente con i tecnici comunali a numerosi sopralluoghi – che le attività e i negozi di vicinato adottassero il parco del proprio quartiere, per contribuire concretamente alla realizzazione di alcuni di questi lavori”.

Nel dettaglio, i 400 mila euro serviranno ad avviare subito tre nuove gare per l'apertura, chiusura, pulizia e controllo dei parchi, con un netto aumento delle ore di sorveglianza e della stessa qualità del servizio.

Una prima gara riguarderà il parco Fornaci e comprenderà anche la gestione del chiosco estivo. Chi si aggiudicherà l'appalto dovrà garantire da aprile a settembre ben 8 ore di sorveglianza, che diventeranno 4 da ottobre a marzo.

Una seconda gara sarà riservata ad un gruppo di parchi gioco in cui aumenteranno altrettanto sensibilmente le ore di custodia giornaliera e la qualità del servizio, comprensivo anche di piccole attività di manutenzione: si tratta dei parchi gioco Ippodromo, di villa Tacchi e delle vie Adenauer, Rossini, Cadamosto, Mameli, Europa.

La terza gara, infine, riguarderà gli altri parchi gioco la cui custodia sarà assegnata ad associazioni del territorio, aumentando fino a 5 ore giornaliere la sorveglianza nel periodo estivo.

Abbonamenti autobus Svt, sconto fino al 60%. Claudio Cicero: "approfittate di questa iniziativa"

E' stata prorogata fino al 30 novembre - informa una nota del Comune - la possibilità di acquistare alcune tipologie di abbonamento al servizio trasporto pubblico locale fornito dalla Società Vicentina Trasporti (Svt) con uno sconto fino al 60% . L'iniziativa riguarda gli abbonamenti autobus urbano, suburbano, extraurbano e centrobus park Cricoli e Quasimodo ed è rivolta a nuovi utenti (lavoratori, studenti dai 6 ai 14 anni e dai 19 ai 26 anni) e agli abbonati che presentano un nuovo utente.

 

“Invito chi non l'avesse ancora fatto – dichiara l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero – ad approfittare di questa iniziativa che è volta a incentivare l'uso del trasporto pubblico a prezzi agevolati grazie al contributo del Ministero”

Per accedere alla promozione è necessario risiedere e gravitare per lavoro o studio a Vicenza o nei Comuni di Altavilla Vicentina, Arcugnano, Bolzano Vicentino, Caldogno, Costabissara, Creazzo, Dueville, Gambugliano, Grisignano di Zocco, Longare, Monteviale, Monticello Conte Otto, Quinto Vicentino, Sovizzo e Torri di Quartesolo.

L'iniziativa, denominata  "Trasporto su misura: scegli la tua taglia”, fa parte del progetto MobilitateVI, redatto dal Comune di Vicenza insieme ai Comuni di Dueville, Grisignano di Zocco, Quinto Vicentino, Torri di Quartesolo, e cofinanziato dal Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Chiude il park multipiano di viale Europa:

Cicero incontra la Uilca

35798099_1830458283643632_72146197280509

Da VicenzaPiù 

28 settembre

107457_200.jpg

Da VicenzaPiù 

28 settembre

La UIL Credito Esattorie e Assicurazion, il sindacato dei lavoratori delle imprese operanti nel settore bancario assicurativo ed esattoriale, ieri incontrato Claudio Cicero, assessore alla Mobilità, in merito alla chiusura del Parcheggio Multipiano sito in viale Europa, nei pressi del centro direzionale di Via Battaglione Framarin. La chiusura è stata decisa in seguito al mancato rinnovo del contratto di affitto da parte di Intesa Sanpaolo verso l’attuale proprietà Immobiliare Stampa Scpa, attualmente posta nel perimetro di Banca Popolare di Vicenza in Liquidazione Coatta Amministrativa.

“Abbiamo espresso all’Assessore tutte le nostre preoccupazioni in virtù del fatto che a partire da lunedì prossimo 1 Ottobre, oltre 200 autovetture dovranno essere parcheggiate nelle vie e parcheggi limitrofi al centro direzionale, causando così inevitabili disagi per i dipendenti, i residenti e gli esercizi commerciali della zona.

L’Amministrazione Comunale si è fatta carico nelle nostre preoccupazioni, condividendole totalmente. Già nei prossimi giorni avvierà i dovuti colloqui con la proprietà del parcheggio per ricercare la migliore soluzione affinché i disagi vengano a cessare nel più breve tempo possibile.

A regime, nel complesso di Framarin arriveranno oltre 1.000 persone, molte delle quali utilizzeranno mezzi propri.
Non comprendiamo la volontà Aziendale di lasciare inutilizzata una struttura (peraltro recentemente riqualificata) in grado di ospitare oltre 400 posti auto.

Abbiamo riscontrato nell’Assessore Cicero la ferma volontà di trovare a breve una soluzione che possa portare a risolvere tutti i disagi causati dalla scelta della chiusura del parcheggio tenuto conto anche del relativo impatto ambientale”.

Raccolta firme per la spiaggetta.
Ma Cicero incalza

Ultima spiaggia addio? Non si placa il dibattito sui 400 metri di strada tra ponte Novo e San Biagio annunciati dall'assessore alla mobilità Claudio Cicero che metterebbe a rischio la spiaggetta che, negli ultimi anni, ha trasformato da angolo dimenticato a polo di attrazione la riva del Bacchiglione.

Cittadini e consiglieri di minoranza promettono battaglia ed è stata anche avviata una raccolta firme.

Ma Cicero tira dritto: «Siamo in democrazia, facciano pure. Devono capire che l'aria è un po' cambiata. Non esistono solo le bici, ma anche le auto. Il centrosinistra è distante da queste esigenze, finora hanno avuto gli occhi foderati di sellini di biciclette. La spiaggetta ha valorizzato un angolo buio, tanto di cappello. Se ci potrà stare, ben venga, ma le esigenze sono quelle della mobilità».  

Nuovo semaforo sulla Marosticana da 70 mila euro. Claudio Cicero: "si baserà sui flussi di traffico"

safe_image.jpg

Dal sito del comune di Vicenza 

27 settembre

image.jpg

Dal Giornale di Vicenza 

25 settembre

passerella.jpg

Da VicenzaPiù

19 settembre

Dopo alcune settimane di funzionamento a lampeggio - riposta in una nota il Comune - e terminate le fasi di collaudo e di certificazione tecnica, mercoledì 3 ottobre verrà attivato alle 9 il nuovo impianto semaforico tra strada Marosticana e strada di Cresole, realizzato con una spesa complessiva di circa 70 mila euro. "Disposto ancora dalla precedente amministrazione – dichiara l’assessore alle infrastrutture Claudio Cicero -, il nuovo semaforo si baserà sui flussi di traffico e renderà più sicuro attraversare un incrocio molto importante, su uno degli assi viari principali della città.

È un altro tassello della complessiva messa in sicurezza di strada Marosticana, opera per la quale stiamo avviando in questi giorni la progettazione definitiva del secondo stralcio: con un investimento di altri 150.000 euro interverremo infatti sul tratto più a nord della strada, proprio dal nuovo semaforo fino ai confini comunali, con interventi di messa in sicurezza e, soprattutto,con una nuova illuminazione pubblica".

Da mercoledì 3 ottobre gli automobilisti in transito nell’incrocio tra strada Marosticana e strada di Cresole sono invitati a prestare la massima attenzione alla segnaletica.

Due moto elettriche in comodato d'uso alla polizia locale

In occasione della manifestazione Citemos, festival “Città della tecnologia per la mobilità sostenibile” in programma a Vicenza dal 4 al 6 ottobre prossimo, il comando di polizia locale sarà il primo in Italia ad utilizzare due moto elettriche prodotte da Tacita srl.

Questa mattina i due mezzi sono stati consegnati in comodato d'uso all'amministrazione comunale fino al termine del festival nell'atrio di palazzo Trissino.

Erano presenti il sindaco Francesco Rucco, l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero, il comandante Cristiano Rosini, il titolare di Tacita srl Pierpaolo Rigo e il presidente del mandamento Vicenza di Confartigianato Maurizio Facco, che ha promosso l'iniziativa.

“Ringrazio Tacita – ha detto il sindaco Francesco Rucco - per la possibilità data alla polizia locale di provare queste moto elettriche. Sarà un bel segnale utilizzarle in particolare in occasione della prima Giornata Verde in programma domenica 30 settembre”.

“Nei giorni in cui le istituzioni stanno chiedendo ai cittadini di utilizzare mezzi sempre meno inquinanti – ha aggiunto l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero - è giusto che il Comune dia il buon esempio, dimostrando concreto interesse anche verso le nuove tecnologie nel campo della mobilità sostenibile”.

Strisce in 3D Sperimentazione anche in città?

Restyling in vista per gli attraversamenti pedonali cittadini. Il sindaco di Molinella, in provincia di Bologna, la scorsa estate ha rispolverato i manuali di geometria e ha abbozzato lui stesso il disegno delle strisce in 3D comparse poi in paese. Claudio Cicero, assessore alla mobilità, non è ancora arrivato a tanto, ma apre alla sperimentazione anche in terra vicentina del nuovo sistema che fonde la street art con la sicurezza stradale. In sostanza si tratta di disegnare sull'asfalto delle strisce pedonali che, in prospettiva, appaiono rialzate. Una soluzione creativa che, proprio per l'effetto visivo del rilievo, induce le auto a rallentare. L'occhio infatti vede un ostacolo, che realtà non c'è, e istintivamente al cervello arriva l'impulso di frenare.

«Faremo una verifica puntuale sull'efficacia di questi attraversamenti, valutando anche i risultati raggiunti nei comuni dove sono già stati adottati, e sul rispetto delle disposizioni del codice della strada. Se la soluzione è a norma, possiamo pensare a una sperimentazione anche in città», spiega Cicero. 

Chiusa la passerella ciclopedonale sul Bacchiglione, Claudio Cicero: "metterla in sicurezza"

inot-205530.jpg

Prima un intervento di messa in sicurezza - è scritto in una nota comunale - poi la sostituzione integrale della pavimentazione che è pesantemente ammalorata. Seguiranno questo iter i lavori alla passerella ciclopedonale sul Bacchiglione che collega viale Trento a viale Ferrarin, attraverso via Monte Zebio e il parcheggio delle piscine comunali. 

“Era doveroso mettere quantomeno in sicurezza la passerella – dichiara l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero - utilizzata quotidianamente da numerosi studenti e lavoratori. Seguirà, finanziata da apposito mutuo, la sostituzione completa della pavimentazione che abbiamo trovato in una situazione non solo indecorosa, ma addirittura pericolosa per chi la utilizza”.

I lavori di messa in sicurezza della pavimentazione saranno realizzati, meteo permettendo, tra domani (giovedì 20 settembre) e venerdì. L'intervento inizierà alle 8 del mattino, si cercherà di garantire comunque il passaggio degli utenti a piedi e con le biciclette portate a mano.

Si procederà alla sostituzione di una trentina di tavole in legno che risultano sconnesse, incurvate e deteriorate e al fissaggio delle viti, molte delle quali risultano levate o piegate.

L'assessorato alle infrastrutture, nel frattempo, sta lavorando al progetto definitivo di sostituzione integrale della pavimentazione necessario all'ottenimento del mutuo con cui finanziare l'opera.

Ha ripreso a funzionare la fontana all'incrocio tra viale del Lavoro e viale della Scienza

106814_200.jpg

Da VicenzaPiù

3 settembre

106596_450.jpg

Da VicenzaPiù

24 agosto

Questo pomeriggio l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero ha rimesso in funzione la fontana all'incrocio tra viale del Lavoro e viale della Scienza: "La fontana all'ingresso della zona industriale ovest è un piacevole elemento decorativo che da qualche tempo non era più in funzione. Ho pertanto ritenuto di riattivarla grazie alla collaborazione di Trevisan impianti idraulici, sponsor che curerà la manutenzione, e all'intervento di pulizia di Viacqua".

Barriere in cemento a campo Marzo, Claudio Cicero: "grazie alla caserma Ederle"

Per rispondere alle prescrizioni dettate dalla questura - comunica una nota stampa comunale - anche quest'anno verranno installate delle barriere lungo viale Roma - in corrispondenza dell'esedra di campo Marzo - e lungo viale Dalmazia, a protezione del luna parkallestito in occasione della "Festa dei Oto". Domani martedì 4 settembre verranno pertanto posizionati dei new jersey in cemento, come avvenuto lo scorso anno.

"Le barriere non sono certamente belle o aggraziate - dichiara l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero - ma sono necessarie per garantire la massima sicurezza ai frequentatori delle giostre, in fase di allestimento in Campo Marzo.

L'installazione sarà chiaramente temporanea fino alla chiusura del parco divertimenti. Ringrazio a nome di tutta l'amministrazione il Comando Italiano della caserma Ederle e le strutture tecniche USAG Italy per aver gentilmente messo a disposizione, senza spese per la città, le barriere in cemento".

La posa delle barriere non interferirà con la circolazione di viale Roma né con le fermate del trasporto pubblico locale.

Via Rossini, messi a dimora 6 nuovi frassini e in programma anche il ripristino del manto stradale e la messa in sicurezza della fermata del bus

Si concluderà entro dieci giorni circa, condizioni meteo permettendo, e comunque prima dell'inizio dell'attività scolastica, l'intervento, in via Rossini a Vicenza, di abbattimento di 7 pini marittimi e sostituzione con 6 frassini (Fraxinus angustifolia "Raywood"), alti circa 4 metri. Con l'occasione verrà ripristinato anche il manto stradale, che si era sollevato a causa dello sviluppo delle radici delle piante, e sarà messa in sicurezza l'area della fermata dell'autobus. I lavori sono stati illustrati questa mattina 24 agosto, in occasione di un sopralluogo, dall'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero. Era presente anche il direttore lavori Domenico Maltauro, presidente dell'Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Vicenza.

"L'intervento rientra nell'ambito di un progetto più ampio di riqualificazione di via Rossini - ha spiegato l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero -. Il parcheggio era quasi inagibile dal lato del marciapiede e il sollevamento dell'asfalto creava problemi ai bus in fase di fermata. Chiederò alla giunta di valutare la rimozione progressiva di altri pini marittimi da sostituire con frassini, maggiormente compatibili con le caratteristiche del nostro territorio".

"Entro la metà della prossima settimana verrà, inoltre, risanato l'asfalto - ha precisato l'assessore Cicero -.Contiamo di riuscire a dotare la fermata del bus di una pensilina e di intervenire con un rialzamento del marciapiede per favorire le persone con disabilità".

La spesa complessiva dei lavori, che verranno eseguiti a cura del Consorzio prisma, sarà pari a 16 mila euro circa.

L'intervento rientra nell'ambito del progetto di manutenzione straordinaria delle alberature dell'anno 2017.

9 pini marittimi sono stati abbattutti lo scorso dicembre per la messa in sicurezza dei luoghi a seguito della nevicata che aveva interessato la città; verso metà settembre al posto degli alberi rimossi verranno messi a dimora 10 frassini.

Iscriviti alla newsletter